Le coop contro le molestie e la violenza nei luoghi di lavoro

Firmato tra le centrali cooperative del FVG (Agci, Confcooperative, Legacoop) e le segreterie regionali di Cgil-Cisl-Uil, con la supervisione della consigliera regionale di parità Roberta Nunin, l’accordo - primo a livello nazionale nell’ambito della cooperazione - contro le molestie e la violenza nei luoghi di lavoro.

Il protocollo, che dà attuazione all’Accordo Quadro europeo sul tema, ha l’obiettivo di contrastare le violenze e le molestie nei luoghi di lavoro in quanto lesive non soltanto della dignità e dei diritti dei lavoratori, ma anche della salute, della sicurezza e dei rapporti socio-economici.

Le parti - come si legge nel documento - si impegnano a:

• “diffondere, all’interno dei contesti organizzativi, il principio della inaccettabilità di ogni atto e/o comportamento che si configuri come molestia o violenza nei luoghi di lavoro”;
• “promuovere presso ogni Azienda azioni volte ad incoraggiare comportamenti coerenti con gli obiettivi di tutela della dignità delle donne e degli uomini nell’ambiente di lavoro, non escludendo la possibilità di adottare misure organizzative ritenute di volta in volta utili alla cessazione immediata dei comportamenti molesti”;
• “responsabilizzare le Aziende affinché provvedano a tutelare le lavoratrici/i lavoratori da qualsiasi forma indiretta, di ritorsione o penalizzazione e a vigilare sulla effettiva cessazione dei comportamenti molesti”.

Di particolare importanza è l’attenzione agli aspetti informativi e formativi, con il coinvolgimento degli RSPP (responsabili del servizio prevenzione e protezione) e degli RLS (rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza). Inoltre è previsto un monitoraggio annuale dell’applicazione dell’accordo, da svolgere in sinergia con gli interventi disciplinati dalla legislazione nazionale e regionale, in particolare dalla recente legge 6/2016 approvata in FVG.

“Il tema della centralità della persona – evidenzia Enzo Gasparutti, presidente protempore di Legacoop FVG e del coordinamento dell’Alleanza delle tre centrali cooperative regionali – è connaturato al mondo delle cooperative e questo protocollo rappresenta il primo passo per generare azioni positive nelle associate, inserendosi in maniera coerente nel sistema di certificazioni in particolare per quanto riguarda la Salute e Sicurezza sul lavoro e la Responsabilità Sociale”.
«Relativamente agli obiettivi formativi – ricorda inoltre Gasparutti – sarà possibile darne concreta attuazione attraverso l’attivazione di progetti formativi specifici in Foncoop, il fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua nelle imprese cooperative, sulla cui gestione è stato recentemente firmato un accordo bilaterale con le organizzazioni sindacali regionali».

«Tutto ciò - conclude Gasparutti - oltre a dimostrare la proattività del Friuli Venezia Giulia conferma l’importanza di perseguire, all’interno della cooperazione, progetti e interventi comuni, in grado di dare maggior incisività e rappresentanza al movimento cooperativo».

Cercando di interpretare il pensiero dei soci e dei lavoratori di Idealservice, non può che far piacere che un tema delicato come la lotta alle molestie e alla violenza sui luoghi di lavoro veda in prima linea il nostro primo rappresentante istituzionale e riteniamo fondamentale l’impegno di tutti in azienda per difendere e diffondere i valori sociali, con lo scopo di elevare la qualità del lavoro e promuovere la cultura del rispetto delle persone.
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ultimi post

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
logo malu web