Imballaggi zero

Accrescere la raccolta differenziata degli imballaggi in plastica e del loro riciclo è un obiettivo.  I modi per raggiungerlo sono diversi. Uno dei quali guarda alla prevenzione.

Si muove in questo senso il “Bando CONAI per la prevenzione – Valorizzare la sostenibilità ambientale degli imballaggi”, promosso dal Consorzio nazionale imballaggi, per premiare le soluzioni di packaging più innovative e ecosostenibili immesse sul mercato nel biennio 2013- 2014. Giunto alla seconda edizione, di recente ha decretato i vincitori che hanno conseguito una effettiva riduzione dell’impatto ambientale degli imballaggi.

Prevenzione significa proprio questo: adottare interventi finalizzati alla riduzione dell’impatto sull'ambiente degli imballaggi, che incidono sia sulla quantità delle materie utilizzate sia sui processi di produzione e di utilizzo.

Puntano ad incentivare politiche di riduzione e riciclaggio anche Legambiente e Corepla per i quali le azioni da intraprendere sono orientate a valorizzare il recupero di materia per gli imballaggi in plastica, anche grazie agli acquisti verdi, massimizzarne la riciclabilità, azzerare il loro smaltimento in discarica entro il 2020, creare nuove occasioni d’occupazione, di ricerca e sviluppo.
Ma ci sono altre forme per ridurre gli imballaggi quelle usate, ad esempio, in alcuni supermercati dove è possibile acquistare i prodotti a peso. In Italia ci sono degli esempi  in cui è possibile comperare, sfusi, alimenti e prodotti d’uso: dalla pasta all’olio fino ai detersivi.

Molti modi per raggiungere il medesimo obiettivo ai quali va aggiunta sempre la consapevolezza ed un'educazione ambientale che non deve mancare nel cittadino e nelle istituzioni.
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Commenti
SCRIVI UN TUO COMMENTO

Ultimi post

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
logo malu web