Ricerca e innovazione

Il tema del riciclo delle plastiche post-consumo si gioca anche sul terreno della ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica.

Con questa convinzione abbiamo partecipato recentemente a Futuro Remoto 2018, il festival della scienza di Napoli organizzato da Città della Scienza grazie anche al contributo delle università della regione, dei principali centri di ricerca nazionali e degli esperti del settore e quest’anno dedicato al “ri-generare”, al “mettere in circolo”.

Progettazione, innovazione dei processi e sviluppo tecnologico sono i temi affrontati nel workshop “Economia circolare nella filiera delle plastiche post-consumo tra criticità e opportunità”, durante il quale ci siamo confrontati con professori e ricercatori, trovando conferma dell’importanza di proseguire sulla strada dell’innovazione scientifica e tecnologica.

«Abbiamo bisogno di confronti continui per comprendere in modo completo come chiudere il cerchio -spiega Marco, uno dei nostri tecnici commerciali esperti nel riciclo delle plastiche miste - Da questo punto di vista, il coinvolgimento del mondo della ricerca e il dialogo interdisciplinare sono fondamentali per migliorare le prestazioni dei materiali provenienti dal post-consumo, cioè dalla raccolta differenziata che tutti noi cittadini facciamo ogni giorno. Importante è anche il coinvolgimento degli utilizzatori finali, i trasformatori - ricorda Marco - per arrivare a definire soluzioni di processo sempre più efficaci, che permettano un maggior utilizzo del materiale riciclato

Votato all’unanimità il bilancio 2017

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ultimi post

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
logo malu web